image1 image2 image3 image4

La Libridinosa|Cosa fai nella vita?|Leggo!

Instagram @lalibridinosa

Recensione 'La ladra di ricordi' di Barbara Bellomo - Salani

Cosa accomuna l’omicidio, ai giorni nostri, di una dolce, vecchia signora dalla vita irreprensibile e i grandi protagonisti dell’età repubblicana – Cesare, Lepido, Cicerone, Marco Antonio, la crudele moglie Fulvia e la piccola Clodia? È quello che dovrà scoprire un terzetto stranamente assortito, chiamato in causa per l’occasione. Isabella De Clio, giovane archeologa siciliana specializzata in arte antica, è bella, volitiva, preparatissima, ma ha un motivo particolare per temere la polizia. E il fatto che l’affascinante Mauro Caccia, l’uomo che la affianca nelle indagini, sia un commissario non l’aiuta più di tanto. Con loro c’è anche Giacomo Nardi, depresso professore di museologia e beni culturali… È l’inizio di una storia che intreccia la Roma del I secolo a.C. e l’Italia contemporanea, gli antichi intrighi politici e i mediocri baroni universitari dei nostri tempi,la violenza che si nasconde tra le mura di casa e la precarietà in cui i ragazzi di oggi, anchei migliori, sono costretti a crescere e a diventare adulti. Un romanzo fresco e ricco d’atmosfera, che si muove con agilità tra passato e presente, per un esordio che non passa inosservato.

Autore: Barbara Bellomo
Editore: Salani
Data di pubblicazione: 18 aprile 2016
Pagine: 312

Trama: 4  Personaggi: 4  Stile: 4  Copertina: 5 





Isabella De Clio, archeologa, appassionata di moto, chioma fulva. Questo è il personaggio che Barbara Bellomo ci mette davanti agli occhi  e attorno al quale fa ruotare questo suo primo romanzo.

Isabella è la classica donna presa dal lavoro, ambiziosa, studiosa, che ha riversato nella sua passione per l'archeologia tutte le mancanze della sua vita privata.
Da due anni all'università di Todi, Isabella si troverà coinvolta, suo malgrado, nelle indagini per un omicidio il cui movente pare essere un prezioso cammeo risalente addirittura all'epoca di Cesare.

Con un perfetto mix di ingredienti fatto di indagini, personaggi sempre particolari e, soprattutto, salti temporali che ci portano a quel passato romano che ha visto protagonisti personaggi quali Cesare, Cicerone, Marco Antonio, Fulvia, Barbara Bellomo crea per noi un romanzo che appassiona, intriga, coinvolge e incuriosisce.
Accanto al giallo moderno, all'omicidio, alle indagini, la storia e l'archeologia la fanno da padrone, senza mai annoiare.

Barbara ha la capacità di rendere fluida la storia e interessanti i personaggi. E se ci sono piccole lacune tipiche di un romanzo d'esordio, passano assolutamente in secondo piano davanti ad una storia che non ha pecche e ad uno stile narrativo maturo e cosciente.

In copertina si parla di primo caso per Isabella De Clio, cosa che, assieme ad un finale un po' sospeso, fa sperare in un nuovo romanzo con protagonista la fulva archeologa!

Colgo l'occasione per ringraziare ancora una volta Barbara per avermi contatta e omaggiata, assieme a Salani, di una copia del romanzo. E spero di leggere presto nuove avventure di Isabella!


Share this:

CONVERSATION

19 pensieri dei lettori:

  1. Oh che bellezza, la zia è tornata! Ma è anche giusto: non puoi essere La Libridinosa 7 giorni su 7, altrimenti Laura che fine fa?
    In attesa di leggere tutte le malefatte dell'allegra brigata, accolgo con gioia questa recensione tanto attesa. Sono felice per te: finalmente una bella lettura dopo una serie di delusioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella davvero! Adesso torno ad essere Libridinosa, che a me Laura mica sta tanto simpatica ;)

      Elimina
  2. Decisamente, questo libro potrebbe fare al caso mio! Gli ingredienti sono tra quelli che preferisco...l'unica cosa che mi frena un po' è il fatto che è il primo di una serie, ed io sulle indagini seriali sono un po' restia a meno che non si tratti di Poirot o Maigret...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se sarà una serie, diciamo che l'ho dedotto dalla frase in copertina e dal finale che lascia qualcosa in sospeso!

      Elimina
  3. Ti aspettavo! O meglio aspettavo la tua recensione di questo romanzo che mi intriga parecchio. Già segnato perché credevo facesse al caso mio, ora ne ho la conferma per cui grazie Laura :)

    RispondiElimina
  4. Nonostante il bel voto non è il mio genere. La cover è molto bella però.
    Mai dire mai.
    Baci da lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuoi copertina? Ti faccio quadretto (senza fiori!!)

      Elimina
  5. Ciao! È la prima volta che sento parlare di questo romanzo, e l'ho aggiunto subito in wishlist! La tua recensione mi ha incuriosito molto :)

    Carmela,
    Books in Kensington Gardens

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti piace il genere, vedrai che non ti deluderà ;)

      Elimina
  6. Fonti di primissima mano mi dicono che il secondo uscirà ad aprile...io l'ho appena avuto.

    RispondiElimina
  7. Il primo,ma mi è stato annunciato il secondo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh bene! Sono proprio curiosa di leggerlo!

      Elimina
  8. A me è davvero piaciuto tanto! Tra l'altro ho avuto il piacere di incontrare l'autrice, una persona squisita :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho avuto modo e piacere di conoscere Barbara personalmente, ma spero di poterla incontrare presto! So che è una persona squisita perché ho avuto il piacere di chiacchierare con lei "virtualmente"!

      Elimina
  9. ecco, aggiungo in lista (infinita ormai!)

    RispondiElimina
  10. uuuuuuuuuuuu devo leggerlo!!!! assolutamente, non posso non leggerlo :D

    RispondiElimina