image1 image2 image3 image4

La Libridinosa|Cosa fai nella vita?|Leggo!

Recensione 'Quando finiscono le ombre' di Cristina Rava - Garzanti

Il lungo viale al centro della città è deserto. Solo un uomo anziano cammina sotto il sole, con una torcia elettrica accesa nonostante la luce estiva. È Spartaco Guidi. Qualche mese dopo, il suo corpo viene ritrovato in un terreno di campagna. L'autopsia viene affidata al medico legale Ardelia Spinola. Dopo tanti anni di esperienza, sa che il suo compito è solamente quello di circoscrivere l'ora della morte, di stabilirne cause e dinamiche. Ma non è facile zittire l'anima investigatrice che c'è in lei. Anche se, in realtà, avrebbe ben altro a cui pensare. Arturo, l'affascinante apicultore (e amante dei gatti come lei) che da pochi mesi è nella sua vita, sembra nascondere qualcosa che le sfugge. Qualcosa che le fa temere di perderlo, anche se ammetterlo per lei è difficile. E quando scopre che la casa di Spartaco Guidi è stata messa sottosopra, tutta la sua attenzione torna sul caso. Scopre che l'uomo era tornato da poco ad Albenga, il suo luogo d'origine, dopo decenni passati in ospedale psichiatrico per aver ucciso un amico in gioventù. Eppure tutti parlano di lui come di una persona di animo buono. Cosa l'avrà portato a quel gesto, allora, e adesso a subire una morte violenta? L'intuito di Ardelia non sbaglia mai, e stavolta le dice che Il ritorno della vittima in città è la chiave del mistero. Ma non è facile scovare dove si nascondono le ombre. Soprattutto se ci sono tanti piccoli dettagli che sfuggono. Dettagli fondamentali perché le tessere di un puzzle possano combaciare. Finché la verità non è talmente vicina da accecare, e diventare quasi invisibile… Cristina Rava torna con il personaggio più amato dai suoi lettori: una donna forte e indipendente che l'amore mette sempre a dura prova. Un medico legale che non può fare a meno di seguire il suo istinto. Tra distese di serre scintillanti al sole e le chiome argentate degli ulivi fra cui s'intravede il mare ligure, Quando finiscono le ombre è un romanzo in cui il passato nasconde molti segreti, ma è il presente a fare più paura.

Autore: Cristina Rava
Editore: Garzanti
Data di pubblicazione: 9 giugno 2016
Pagine: 290

TRAMA: 4  PERSONAGGI: 4  STILE: 4  COPERTINA: 4 



Io Ardelia Spinola l'ho scoperta al contrario. Nel senso che l'ho conosciuta con Dopo il nero della notte e poi sono andata a recuperarmi, da brava lettrice, il primo capitolo della serie,  Un mare di silenzio.
Con questo terzo romanzo mi sono resa conto di una caratteristica fondamentale che contraddistingue i libri di Cristina Rava: le storie di Ardelia sono assolutamente leggibili in maniera indipendente. Un'altra cosa che ho capito è che della dottoressa Spinola ci si innamora e, da qualunque libro si inizi, poi si corre a recuperare gli altri e non la si molla più!
Ardelia è un medico legale cinquantatreenne, vive ad Albenga e, da pochi mesi, ha un nuovo fidanzato, Arturo, che...

è bello, intelligente, sensibile, sexy, generoso. Praticamente perfetto. Giorno dopo giorno questa perfezione mi sta consumando l'ossigeno. Come si fa a dire a una persona che, se non comincia a sbagliare qualcosa, ti viene voglia di prenderla a calci negli stinchi?

Ecco! In questa affermazione penso si possa racchiudere quella che è l'essenza di Ardelia: una donna forte, ironica, simpatica, pasticciona e senza peli sulla lingua!

Come nei due romanzi precedenti, Cristina Rava ci porta all'interno di un'indagine per omicidio, anzi questa volta anche più di una. Ma anche questa volta, gli omicidi altro non sono che lo spunto per parlarci di Ardelia e della sua vita, delle persone che la circonda, dei suoi gatti, del suo amore per la Liguria e della sua mania per i pick-up!

In questo terzo romanzo ho trovato un'Ardelia forse più matura e più ligia al dovere... diciamo che, rispetto ai capitoli precedenti, si premura di chiedere i dovuti permessi prima di buttarsi a capofitto dove non dovrebbe!
Nonostante ciò, l'ho amata forse più di prima! Ardelia è uno di quei personaggi che non strazia il cuore, uno di quelli che ami mentre leggi della loro vita e che poi, senza alcuna fatica, lasci riposare nella tua libreria.
Eppure, ogni volta che la ritrovi  hai la sensazione di aver ritrovato un'amica che non vedevi da tanto tempo, una di quelle che, nonostante la distanza e i lunghi silenzi, riescono a farti sentire a casa e le chiacchiere e le confidenze riprendono esattamente lì dove si erano interrotte!

Ecco, Ardelia è così: un'amica discreta, cordiale, con cui si prende sempre volentieri un caffè, con cui si va a cena ogni tanto e che poi, magari, non senti per mesi. Però sai che lei è lì, pronta a strapparti un sorriso ogni volta che ne avrai bisogno, pronta ad aiutarti anche a costo di mettersi nei guai!

Se ancora non avete conosciuto questa splendida donna, se vi piacciono personaggi come Vani Sarca, allora forse è il caso che vi diate da fare e apriate la porta alla dottoressa Spinola, che, alla fine, è forse un po' una Vani Sarca più adulta e più posata!



Share this:

CONVERSATION

25 pensieri dei lettori:

  1. Una serie, questa, su cui non mi sono mai soffermato, credendola tutt'altro. Possibile?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Possibilissimo! Ma sei sempre in tempo per recuperare!

      Elimina
  2. Dunque fidanzato ha portato a casa questo libro ieri sera ma prima devo leggere La via del male. Poi forse leggo questo e se mi piace Ardelia, come dici tu, dovrò procurarmi anche i volumi precedenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io sono sicura che lo farai!

      Elimina
    2. Carissime, prima di questi 3 titoli che ha pubblicato con Garzanti, Cristina Rava ha pubblicati altri bellissimi libri con i fratelli frilli. La storia di Ardelia comincia da lontano, non potete perdervi la storia d'amore con il commissario Rebaudengo! vi consiglio di leggerli in ordine di uscita, buona lettura!
      daniela

      Elimina
  3. E perché non me l'hai detto prima! Ardelia è una Vani, per lo più anziana e io ancora non la conosco? Devo correre subito ai ripari!
    Bella recensione, precisa, efficace.
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se io sono Vani, tu sei sicuramente Ardelia!

      Elimina
  4. Ecco, questa cosa che siano storie indipendenti mi rincuora. Perché, oltre ai volumi pubblicati da Garzanti, pare ce ne siano altri e stavo andando in confusione. Segno tutto e leggerò, si spera, al più presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so dirti se gli altri volumi abbiano la stessa protagonista. So che quelli pubblicati da Garzanti, però, sono davvero leggibili in ordine sparso, quindi vai!

      Elimina
  5. Io schiatteró sotto la mia wish list! Ho pensato di aggiungere un mese all'anno: si chiamerá Leggembre: 31 giorni dedicati solo alle letture da spuntare ;)
    un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Io *puff, pant! Alza la manina* io la voglio conoscere (occhi a cuoricino)
    Mi hai convinta, ma tu lo fai sempre :)

    RispondiElimina
  7. Io pure voglio bere il caffè con Ardelia!
    Lea

    RispondiElimina
  8. Devo recuperare tutti i libri, lo so!

    RispondiElimina
  9. accipicchia, ogni volta che leggo le tue recensioni, voglio immediatamente leggere tutti i libri che ci racconti.
    grazie perchè ogni volta mi fai sorridere e naturalmente buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! È una delle cose più belle che possiate dirmi!
      A presto!!

      Elimina
  10. ma io non la conosco, devo assolutamente recuperare. Per merito (colpa) anche tuo la mia lista desideri è diventata infinita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Liste infinite sono la gioia di Laura 2.0 Fattela amica e vivete serene!

      Elimina
  11. Non lo conosco!! devo recuperare :)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh sì! Se ti piacciono i gialli con una bella dose di ironia, questo libro fa sicuramente per te!

      Elimina
  12. Si, prima di questi 3 titoli pubblicati con garzanti ce ne sono altri pubblicati con i fratelli frilli, bellissimi! non potete perdervi la storia di Ardelia e del Commissario Rebaudengo! io però consiglio di leggerli in ordine di uscita..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avere un'altra vita a disposizione, lo farei anche volentieri ;)

      Elimina