Enter your keyword

sabato 31 maggio 2014

Monthly Recap #5

By On maggio 31, 2014

Maggio 2014

Maggio è stato, innanzitutto, il mese del Salone del Libro. Finalmente, dopo tanto desiderarlo, quest'anno sono riuscita a partecipare. Peccato che le cose non siano andate proprio come speravo. Diciamo che l'entusiasmo iniziale è scemato davanti al fatto che non sono riuscita a vedere quasi nulla e che, a conti fatti, ho acquistato solo due libri. Il che, per una come me, che non esce mai da una qualunque libreria con meno di tre o quattro libri, è sicuramente una cosa sospetta. Tra l'altro, non sono riuscita neanche ad incontrare Luca Bianchini. Vabbè, stendiamo un velo pietoso.
Ma Maggio è stato anche il mese in cui la mia adorata Stefania ha debuttato nel mondo delle blogger con il suo dolcissimo angolino:

La ragazza che annusava i libri

Questo mese ho letto 11 libri (7 cartacei e 4 e-book).

Recensione "La paura" di Francesca Bertuzzi

By On maggio 31, 2014

SINOSSI
 
Una serata di bevute in un bar di Torino: solo questo sembrano avere in comune Giud e la ragazza che le sta accanto, agonizzate. Sono legate auna sedia, una di fronte all'altra. Qualcuno le ha stordite, rapite e rinchiuse da qualche parte. Chi lo ha fatto? E perché? Nessuna delle due ha idea di chi si a stato, ma entrambe sanno bene di non avere alcuna speranza di uscire vive da lì. Eppure Giud viene risparmiata e riesce a trovare il modo di scappare. Con un cadavere alle spalle e una promessa da mantenere: recarsi in via Exilles e trovare Emma. Questo l'ha supplicata di fare l'altra ragazza, in punto di morte. Sconvolta, ancora sotto shock e senza nessuno a cui chiedere aiuto, Giud si butta con tutte le energie rimaste in quella disperata ricerca, fino a scoprire ciò che non poteva sospettare: Emma è una bambina di appena cinque anni. Cosa dovrà fare adesso di lei? E soprattutto, chi sta dando la caccia a entrambe, inseguendole come si fa con una preda?
TITOLO: La paura
AUTORE: Francesca Bertuzzi
EDITORE: Newton Compton
DATA DI PUBBLICAZIONE: 6 giugno 2012
PAGINE: 346
CODICE ISBN: 9788854137653
PREZZO: 9.90 €
E-BOOK: 4.99 €
 
TRAMA 5
STILE 5
PERSONAGGI 5
INCIPIT 5
FINALE 4
COPERTINA 5
 
VALUTAZIONE COMPLESSIVA

giovedì 29 maggio 2014

Recensione "Come essere una brava moglie" di Emma Chapman

By On maggio 29, 2014

SINOSSI
 
Marta ed Hector sono sposati da tanto tempo, talmente tanto che Marta fatica a ricordare la sua vita prima di quell'evento. Lui si è sempre preso cura di lei, e lei ha sempre fatto il possibile per essere una brava moglie. Ma quando Hector le rivela un segreto, la loro ordinata vita domestica comincia ad andare a rotoli. Nell'ombra c'è una ragazzina bionda che soltanto Marta è in grado di vedere. How To Be a Good WifeE questa ragazzina sta cercando di dirle qualcosa.
TITOLO:
Come essere una brava moglie
TITOLO ORIGINALE:
How to be a good wife
AUTORE: Emma Chapman
TRADUZIONE A CURA DI:
Stefano Valenti
EDITORE: Feltrinelli
DATA DI PUBBLICAZIONE:
22 ottobre 2013
PAGINE: 206
CODICE ISBN: 978880703673
PREZZO: 15.00 €
E-BOOK: --

TRAMA 5
PERSONAGGI 5
STILE 4
INCIPIT 5
FINALE 4
COPERTINA 5

Valutazione finale

In libreria #13-2014

By On maggio 29, 2014

mercoledì 28 maggio 2014

Una pagina da... #15-2014

By On maggio 28, 2014

Una pagina da… è la rubrica del mercoledì in cui vi riporto la pagina che sto leggendo del libro che sto leggendo (scusate il gioco di parole!).

Come essere una brava moglie

di

Emma Chapman

come essere una brava moglie

martedì 27 maggio 2014

Recensione "Come un libro aperto" di Viola Lodato

By On maggio 27, 2014

SINOSSI
 
Valerio, voce narrante del romanzo, è gay non dichiarato, non è particolarmente simpatico, ma ha le idee chiare: vuole diventare uno scrittore. Peccato che non abbia altrettanto chiaro come fare. E peccato che sia sordo alle critiche. Quindi, arroccato nella sua torre d'avorio fatta di sicurezze piene di ke e xké, continua per la sua strada, fino a quando la sua omosessualità non viene svelata a tradimento. Ci vorranno una compagna odiosa, un amico paziente, un computer poco collaborativo, un tecnico infingardo, una famiglia un po' particolare ed Emanuele, un editor a prima vista spietato, per distruggere le sue sicurezze. E sarà proprio grazie a Emanuele che Valerio imboccherà la via giusta nella scrittura e nella vita.
TITOLO: Come un libro aperto
AUTORE: Viola Lodato
EDITORE: Triskell Edizioni
DATA DI PUBBLICAZIONE: 21 ottobre 2013
PAGINE:
CODICE EAN: 9788898426072
E-BOOK: 2.79 €
 
TRAMA 6
PERSONAGGI 5
STILE 5
INCIPIT 5
FINALE 5
COPERTINA 5
 
VALUTAZIONE FINALE

lunedì 26 maggio 2014

Questione di incipit #18-2014

By On maggio 26, 2014

L’Incipit è l’arte di iniziare un libro talmente bene da costringere il lettore a proseguire la lettura!
Solitamente, l’Incipit è costituito dalla righe iniziali di un libro, diciamo pure la prima frase. Io, invece, ho deciso di andare un po’ oltre e riportarvi qui la prima(o le prime due)  pagina di un libro (solitamente quello che sto leggendo).

Come un libro aperto

di

Viola Lodato

come un libro aperto

domenica 25 maggio 2014

Recensione "Charlotte" di Antonella Iuliano

By On maggio 25, 2014

SINOSSI
 
Charlotte sa di non essere una ragazza comune e spesso si domanda perché preferisce alla realtà il mondo immaginario racchiuso dentro di sé. Qualcosa le bussa dentro anche se non sa cosa. Quando però per la prima volta i suoi occhi si posano sulle pagine scritte da una delle famose sorelle Brontë, quel qualcosa improvvisamente esce allo scoperto. Charlotte avverte finalmente un senso di appartenenza e una sete di sapere che la porterà a conoscere una donna, la signora Cloe, il cui passato riposa tra pagine dimenticate e grazie alla quale scoprirà l'immenso valore della letteratura. Conoscerà donne che amavano leggere, donne che amavano scrivere, le cui parole hanno attraversato i secoli. E così "come Charlotte Brontë" diventerà il motto della sua vita.
TITOLO: Charlotte
AUTORE: Antonella Iuliano
EDITORE: La Caravella Editrice
DATA DI PUBBLICAZIONE: 5 marzo 2013
PAGINE: 240
CODICE ISBN: 9788897733553
PREZZO: 13.00 €
 

TRAMA 9
PERSONAGGI 10
STILE 10
INCIPIT 10
FINALE 10
COPERTINA 9

Valutazione finale

sabato 24 maggio 2014

Recensione "La vita quando era nostra" di Marian Izaguirre

By On maggio 24, 2014

SINOSSI
Madrid, anni Cinquanta. <<Mi manca la vita quando era nostra...>> Lola lo ripete spesso al marito Matìas, ripensando ai giorni pieni di libri, progetti e idee, prima che la guerra civile cambiasse la faccia e le strade della città, e distruggesse in un colpo solo le loro vite, la loro casa editrice, e i loro sogni. Ora Lola e Matìas hanno una piccola libreria, incastonata in un vicolo seminascosto della città. Una libreria di libri già letti: libri usati, passati di mano in mano e di vita in vita, che Matìas raccoglie e rivende andando in giro per le case madrilene. Ed è proprio mentre, carico di una pila di volumi, si inerpica come ogni giorno su per il vicoletto, che una donna lo vede. Si chiede chi sia quest'uomo che gira la città con le braccia piene di libri, e comincia a seguirlo. Da quel giorno la vita di Alice, inglese arrivata a Madrid prima della guerra, cambia per sempre. Grazie alla piccola libreria di Matìas, e grazie a un libro: quello sistemato su un leggio in vetrina, che Lola e Alice leggeranno insieme, pagina dopo pagina. Piano piano, un'amicizia eccezionale, intensa e tessuta capitolo dopo capitolo, prende forma. La vida cuando era nuestraUn'amicizia tra due donne che portano entrambe il peso del passato, due segreti  e due amori  nascosti nelle pieghe degli anni di guerra, e che entrambe troveranno, infine, il coraggio di rivelare. Solo così la vita com'era prima, prima della guerra, prima della dittatura, forse potrà tornare. Il romanzo dell'anno in Spagna, da un'autrice amatissima in patria tradotta per la prima volta in italiano,che ha saputo racchiudere in queste pagine una storia delicatissima, femminile e magica, regalandoci allo stesso tempo un inno straordinario alla bellezza e al potere della lettura. Perché un giorno senza leggere è un giorno perso.
TITOLO: La vita quando era nostra
TITOLO ORIGINALE: La vida cuando era nuestra
AUTORE: Marian Izaguirre
TRADUZIONE A CURA DI: T. Gibilisco
EDITORE: Sperling & Kupfer
DATA DI PUBBLICAZIONE: 13 gennaio 2014
PAGINE: 374
CODICE ISBN: 9788820055509
PREZZO: 17.90 €
E-BOOK: 9.99 €
TRAMA 9
PERSONAGGI 9
STILE 10
INCIPIT 9
FINALE 10
COPERTINA 8
(la copertina italiana non è brutta, ma credo che quella originale renda meglio l'idea di ciò che la storia racconta)
Valutazione finale

giovedì 22 maggio 2014

In libreria #12-2014

By On maggio 22, 2014

mercoledì 21 maggio 2014

Una pagina da... #14-2014

By On maggio 21, 2014

Una pagina da… è la rubrica del mercoledì in cui vi riporto la pagina che sto leggendo del libro che sto leggendo (scusate il gioco di parole!).

La vita quando era nostra

di

Marian Izaguirre

la vita quando era nostra

martedì 20 maggio 2014

COSA RESTERà DEGLI ANNI OTTANTA? Recensione (atipica) di "Correva l'anno della girella" di Elisabetta De Biasio e Giampiero Canneddu

By On maggio 20, 2014
correva l'anno della girellaTITOLO: Correva l'anno della girella
AUTORI: Elisabetta De Biasio, Giampiero Canneddu
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2012
PAGINE: 296
PREZZO: 18.00 €

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Top Ten Tuesday #7

By On maggio 20, 2014

TOP TEN TUESDAY è una rubrica settimanale ideata dal blog The Broke and the Bookish che consiste nel pubblicare ogni martedì una classifica basata sui temi scelti dal blog sopra citato.
Premetto che sono quasi sicura che, in base all'argomento, non sempre riuscirò a stilare una classifica che comprenda 10 libri e, soprattutto, tendo a sottolineare che i titoli saranno in ordine sparso e non di preferenza.

lunedì 19 maggio 2014

Questione di incipit #17-2014

By On maggio 19, 2014

L’Incipit è l’arte di iniziare un libro talmente bene da costringere il lettore a proseguire la lettura!
Solitamente, l’Incipit è costituito dalla righe iniziali di un libro, diciamo pure la prima frase. Io, invece, ho deciso di andare un po’ oltre e riportarvi qui la prima(o le prime due)  pagina di un libro (solitamente quello che sto leggendo).

Una lettura leggera, esilarante e nostalgica...

Correva l'anno della girella

di

Elisabetta Di Biasio e Giampiero Canneddu

correva l'anno della girella

Recensione "Amiche mie" di Silvia Ballestra

By On maggio 19, 2014

SINOSSI
 
Sofia, Carla, Norma e Vera: donne in prima linea sulla frontiera della vita che corre veloce. I figli frequentano le stesse scuole milanesi, così la mattina, prima del lavoro le quattro amiche condividono un caffè al bar Golden Palomino – una vera istituzione –, parlano di sé, di quello che succede intorno.
Sofia è un po' fissata con il cibo, con i pasti che ogni giorno diventano il campo su cui misurare la propria ansia di perfezione e le proprie nevrosi; Carla è angosciata dalla precarietà di un lavoro che non si è mai concretizzato, dal rapporto difficile con il marito (la cui carriera va a gonfie vele) e dal fatto di ritrovarsi intrappolata negli spazi e nei riti domestici; Norma, invece, è reduce da una separazione dolorosa, e si trova a fronteggiare i molti paradossi dell'essere di nuovo single a quarant'anni e con i figli al seguito; infine Vera, una donna che porta il mondo sulle spalle e non si ferma mai, la breadwinner di una famiglia in cui il marito ha perso il lavoro: sarà proprio lui, rovinato dalle slot, a sparigliare le carte in modo drammatico e inaspettato. Questo momento di crisi unisce le amiche e le costringe a confrontarsi. Ciascuna di loro darà del dramma di Vera la sua interpretazione, in quel coro femminile di riflessioni autonome e concentriche che, piano piano, conferisce senso alla realtà, anche quella più dura, rendendola pensabile e visibile, come in un caleidoscopio. Con una lingua vivace eppure sorvegliatissima, con una voce ironica e appassionata, Silvia Ballestra costruisce un'indagine serrata intorno ai grandi temi della vita contemporanea: la famiglia con le sue complesse dinamiche relazionali, il cibo, il lavoro – che per donne è una sfida quando c'è e quando, troppe volte, manca –, il lutto la politica, i figli da crescere, le battaglie, i tradimenti, l'amore che nonostante tutto a volte resiste come i funghi nell'aiuola di Marcovaldo. Ne esce un affresco intenso e lontano da stereotipi e ideologie, al tempo stesso caustico e struggente. Sofia, Carla, Norma e Vera dissezionano spietatamente le nostre ipocrisie ma soprattutto ci restituiscono il calore di tutte coloro che non smettono di voler capire, nutrire, camminare.
TITOLO: Amiche mie
AUTORE: Silvia Ballestra
EDITORE: Mondadori
DATA DI PUBBLICAZIONE: 10 febbraio 2014
PAGINE: 273
CODICE ISBN: 9788804634393
PREZZO: 16.00 €
E-BOOK: 9.99 €
 
TRAMA 6
PERSONAGGI 5
STILE 5
INCIPIT 5
FINALE 5
COPERTINA 8

Valutazione finale

venerdì 16 maggio 2014

Recensione "L'abbraccio perfetto" di Kempes Astolfi

By On maggio 16, 2014

SINOSSI
 
Può un legame temporaneo rimanere per sempre nelle menti delle persone?
È il momento da vivere fuori dagli schemi, che regala emozioni uniche.
Il Mondo cambia ad una velocità vertiginosa e le persone cambiano di conseguenza. Cosa c'è di meglio di una serata in cui il tuo incontro rimane perfetto, impeccabile? Una persona ha fatto una scelta unica, figlia del coraggio: lanciare un segnale dai profondi valori in una società che accoglie sempre più la superficialità tra le proprie fila e la contestualizza come normalità. Come può un uomo rendere indimenticabile un banale primo approccio? Una giornalista caduta nella tela del ragno indaga su qualcosa di prevedibile, che scopre diventare incredibile sotto i suoi occhi. Mistero, fascino, attrazione, azione, imprevisti. Una catena di eventi sfiderà il Destino: nulla accade per caso.
Nulla accade, se non all'insegna di un uomo, che non ha un nome: J.
TITOLO: L'abbraccio perfetto
AUTORE: Kempes Astolfi
EDITORE: Prospettiva editrice
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2013
PAGINE: 227
CODICE ISBN: 9788874188550
PREZZO: 14.00 €
 

VOTI

Trama 5
Personaggi 4
Stile 5
Incipit 5
Finale 5
Copertina 8
Voto complessivo 5.3

La mia valutazione:

giovedì 15 maggio 2014

Recensione "Il cuore selvatico del ginepro" di Vanessa Roggeri

By On maggio 15, 2014

SINOSSI
 
È notte. La notte ha un cielo nero come inchiostro, e solo a tratti i fulmini illuminano l'orizzonte. È una notte di riti e credenze antiche, in cui la paura ha la forma della superstizione. In questa notte il rumore del tuono è di colpo spezzato da quello di un vagito: è nata una bambina. Ma non è innocente come lo sono tutti i piccoli alla nascita. Perché questa bambina ha una colpa non sua, che la segnerà come un marchio indelebile per tutta la vita. La sua colpa è di essere la settima figlia di sette figlie e per questo è maledetta. E nel piccolo paese dove è nata, in Sardegna, c'è un nome preciso per le bambine maledette, si chiamano cogas, che significa strega. Liberarsene quella stessa notte, abbandonarla in riva al fiume. Così ha deciso la famiglia Zara. Ma qualcuno no ci sta. Lucia, la primogenita, compie il primo atto ribelle dei suoi dieci anni di vita. Scappa fuori di casa, sotto la pioggia battente, per raccogliere quella sorella che non ha ancora un nome. Lucia la salva e decide di chiamarla Ianetta e la riporta a casa. Non c'è alternativa ora, per gli Zara. È sopravvissuta alla notte, devono tenerla. Ma il suo destino è già scritta. Giorno dopo giorno, stagione dopo stagione, sarà emarginata. Odiata. Reietta. Da tutti, tranne che da Lucia. È lei l'unica a non averne paura. Lei l'unica a frapporsi tra la cieca superstizione e l'innocenza di Iannetta.
 
 
TITOLO: Il cuore selvatico del ginepro
AUTORE: Vanessa Roggeri
EDITORE: Garzanti
DATA DI PUBBLICAZIONE: 29 agosto 2013
PAGINE: 216
CODICE ISBN: 9788811684619
PREZZO: 14.90 €
E-BOOK: 9.99 €
 
 

VOTI

Trama 9
Personaggi 8
Stile 9
Incipit 9
Finale 9
Copertina 7
Voto complessivo 8.5
 
La mia valutazione: