image1 image2 image3 image4

La Libridinosa|Cosa fai nella vita?|Leggo!

Recensione 'The Butler. Un maggiordomo alla Casa Bianca' di Wil Haygood


SINOSSI
Nel 2008, alla vigilia delle epiche elezioni che avrebbero portato Barack Obama alla Casa Bianca, Wil Haygood pensò di celebrare quel momento grazie a un testimone privilegiato, qualcuno che avesse vissuto in prima persona gli ultimi cinquant'anni di storia americana. Si mise così sulle tracce di Eugene Allen, il maggiordomo che aveva lavorato alla Casa Bianca dal 1952 al 1986. Dopo decine e decine di telefonate e lunghe ricerche, finalmente il giornalista ottenne l'indirizzo di Allen. Era ancora vivo. Aveva quasi novant'anni e viveva con la moglie Helene in un modesto e decoroso quartiere di Washington. Haygood ebbe quindi modo di intervistare Allen, il maggiordomo che conosceva la vita privata di ben otto presidenti degli Stati Uniti, da Harry Truman a Ronald Reagan. In seguito il giornalista scrisse in proposito un lungo articolo sul Washington Post che ebbe enorme risonanza. Così è nato il libro The Butler, che racconta la vita straordinaria di Eugene Allen e svela tutti i segreti che le mura della casa Bianca hanno protetto per decenni.
TITOLO: The Butler. Un maggiordomo alla Casa Bianca
TITOLO ORIGINALE: The Butler. A witness to history
AUTORE: Wil Haygood
TRADUZIONE A CURA DI: Fabio Bernabei
EDITORE: Newton Compton
DATA DI PUBBLICAZIONE: 11 dicembre 2013
PAGINE: 183
PREZZO: 9.90 €
E-BOOK: 4.99 €
Voti
Trama  4
Personaggi   n.c.
(la storia non contiene personaggi, se non il maggiordomo da cui tutto parte)
Stile  6
Incipit 6
Finale  4
Copertina  6
Voto complessivo  5.2


"Bene, adesso mi siedo in giardino e mi godo un pezzetto di storia americana!"
Questo è ciò che pensato ieri mattina, mentre mio marito accendeva il barbeque e una rara giornata di sole baciava la mia città.
Quando, questa mattina, ho letto le ultime pagine di questo libro, mi sono chiesta: "E la storia di quest'uomo dov'è? Il suo rapporto con ben 8 Presidenti degli Stati Uniti?"
Il romanzo nasce da un articolo pubblicato dal giornalista Wil Haygood che, allo soglie delle elezioni che avrebbero portato per la prima volta un uomo di colore, Barack Obama, a vestire la carica di Presidente degli Stati Uniti, decide di cercare qualcuno che abbia vissuto dall'interno i cambiamenti epocali, a livello di leggi razziali, avvenuti negli U.S.A.
Dopo varie ricerche, risale al nome di Eugene Allen, che ha ricoperto il ruolo di maggiordomo alla Casa Bianca per ben 8 Presidenti.
Lo rintraccia e lo intervista. Ne nasce una bella amicizia, un articolo sul giornale, che poi diventerà un libro e un film per il cinema.
Peccato che il libro in questione, nella prima metà, racchiuda la ricerca di Allen da parte dell'intervistatore. Haygood lo rintraccia, va a casa, lo intervista, i due diventano amici e vanno ad assistere all'insediamento di Obama alla Casa Bianca.
E il racconto degli anni trascorsi da Allen alla Casa Bianca? Niente. Nulla. Il silenzio più assoluto. Solo qualche foto assieme a Presidenti ed ospiti illustri. Fine.
La seconda parte del libro, invece, si divide equamente tra il racconto dell'ingresso delle persone di colore nel mondo del cinema e la narrazione di come nasce il film tratto proprio da questo libro, del cast scelto per interpretare i vari personaggi, delle difficoltà economiche riscontrate durante la produzione, dei set ricreati.
Insomma, la scrittura non è male, ma il libro è assolutamente privo di storia, di contenuti e di personaggi.
L'autore: Wil Haygood è un giornalista del Washington Post e autore di diversi libri e biografie. Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti tra cui il Sunday Magazine Editors Awarde il New England Associated Press Award. Vive a Washington, dove nel 2008 ha incontrato personalmente il maggiordomo Eugene Allen, che ha ispirato il libro e il film campione d'incassi The Butler,  diretto dal regista Lee Daniels.
La mia valutazione:

Share this:

CONVERSATION

0 pensieri dei lettori:

Posta un commento