Enter your keyword

giovedì 15 agosto 2013

Recensione "Tredici" di Jay Asher

tredici
Titolo: Tredici
Autore: Jay Asher
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione:28 gennaio 2013
Pagine: 246
Prezzo: 9,50 €
Versione e-book: 6,99
Trama: Clay torna da scuola e fuori dalla porta trova ad aspettarlo una pessima sorpresa: sette audiocassette numerate con dello smalto blu. Ascoltandole, scopre che a registrarle è stata Hannah, la ragazza per cui si è preso una cotta. La stessa ragazza che si è suicidata due settimane prima. Quelle cassette sono il suo modo per avere l'ultima parola sulle vicende che, secondo lei, l'hanno portata alla morte: facendole scorrere, Clay scopre che il destinatario del pacchetto deve ascoltarle e poi passarle al successivo di una lista. Nelle cassette, 13 storie: ognuna legata a una persona che ha dato ad Hannah una ragione per togliersi la vita. Seppur sconvolto, non può resistere alla tentazione di esplorare a fondo la storia che lo riguarda e, guidato dalla voce di lei, visiterà i luoghi che lei vuole mostrargli, finché non gli rimarrà altro da ascoltare...
Voti:
Trama  9
Personaggi  7
Stile  8
Incipit  7
Finale  9
Copertina  6
Voto complessivo  7.6

Questo libro parla di bullismo, parla di sentimenti e parla di rimorsi. Sinceramente, quando l'ho acquistato, vedendo la copertina e leggendone il risvolto, credevo di avere a che fare con un thriller. Invece, mi sono ritrovata a leggere un romanzo, ma scritto con grande sensibilità e, di sicuro, non sono rimasta delusa.
E' la storia di un gruppo di liceali che, come tutti, hanno i loro alti e bassi, i loro passatempi e le loro discussioni.
A raccontarci questa storia è Clay Jensen che, un giorno, rientrando da scuola, trova un pacco a lui indirizzato. Non c'è mittente, Clay è un po' sorpreso e un po' eccitato. Apre il pacco e vi trova dentro 7 cassette (chi usa ancora le cassette?!), tutte numerate con inchiostro blu, probabilmente smalto. Sette cassette da ascoltare in ordine numerico e, successivamente, girare al mittente successivo.
E su quelle cassette c'è la voce di Hannah Baker, una compagna di liceo di Clay, la ragazza che gli ha sempre fatto battere il cuore e che, qualche settimana prima si è suicidata.
Hannah ha deciso di lasciare un "testamento" postumo per far sì che ogni persona si rendesse conto di cosa l'avesse spinta sino a quel gesto estremo, di come, ognuno dei suoi compagni, a modo loro, avesse fatto o detto (o non fatto e non detto) qualcosa di sbagliato nei suoi confronti. Alcune volte si è trattato di piccole cose, ma ognuno, a modo loro, è servita a farle capire che lei non era in grado di andare avanti, che la sua vita era diventata priva di senso.
Così Clay si ritrova lì, con un vecchio walkman ed un paio di auricolari ad ascoltare la voce di una ragazza che gli è sempre piaciuta, ma che non ha mai avuto il coraggio di corteggiare realmente, cercando di capire in cosa lui abbia sbagliato, quale dei suoi gesti l'ha spinta un po' più avanti verso il baratro.
E' una storia cupa, una storia triste, ma è una storia particolarmente attuale. I nostri figli sono circondati da bulli che, in maniera più o meno esplicita, li portano a decisioni più o meno drastiche. La vita scolastica non è mai stata semplice, ma, ultimamente, le cose sembrano sempre peggiorare. E' una storia che serve a riflettere su quante volte, anche noi, ci siamo voltati dall'altra parte vedendo un sopruso, quante volte abbiamo fatto finta di nulla, pensando che, in fondo, la cosa non ci riguardasse direttamente.
E' una storia che, secondo me, merita di essere letta. Io ho letteralmente divorato in 12 ore e che mi ha lasciato un gran buco dentro.
L'autore: Jay Asher nasce il 30 settembre 1975 ed è uno scrittore statunitense specializzato in libri per adolescenti. Nasce in una famiglia che asseconda tutti i suoi interessi, dal suonare la chitarra alla scrittura. Si iscrive all'università subito dopo essersi diplomato alla San Luis Obispo High School durante la cui frequenza scrive il suo primo libro per ragazzi. Dopo il diploma, decide di diventare maestro elementare e si trasferisce alla California Polytechnic State University di San Luis Obispo che abbandona all'ultimo anno per perseguire la carriera di scrittore serio. Si sposa e fa i più strani mestieri, compreso il commesso in un negozio di calzature e in libreria e l'addetto in una biblioteca. Molte delle esperienze avranno poi un impatto nella sua attività di scrittore.
La mia valutazione: Photobucket - Video and Image HostingPhotobucket - Video and Image HostingPhotobucket - Video and Image HostingPhotobucket - Video and Image Hosting

Nessun commento:

Posta un commento